martedì 10 febbraio 2015

Brand new Buta's Bookmark (aka "Bentrovati")

Da qualche parte nella blogosfera si dice che il blogging e la blogosfera siano morti. Il che, da un certo punto di vista, è anche vero. Ad eccezione di blog storici, che si sono fatti un nome nel corso degli anni, il grosso dell’utenza 2.0 oggi vira decisamente verso i social network (facebook, twitter, g+, instagram, *inserisci social network che vuoi tu*) e YouTube. Per dire: anche il più scrauso degli youtuber con un video raggiunge un numero di visualizazzioni mediamente elevato (e mediamente più alto della media “normale” di un blog).
Quindi sembra una battaglia persa in partenza, vero?

Eppure eccoci di nuovo qua sui canali di Buta’s Bookmark. E così come ho chiesto scusa su Il Viagra della Mente chiedo scusa a tutti quelli che in questo piccolo progettino ci hanno creduto sin dall’inizio. Probabilmente la colpa è stata mia che ho affrettato i tempi di pubblicazione



Ultimamente in molti mi stanno chiedendo: “Perché non parli di libri su YouTube?
Il fatto è semplice: al di là di un tentativo andato naufragato qualche anno fa – ma ero giovane e imberbe e i miei video erano altamente noiosi -, voler creare un video a tema “librario” in stile “One Piece Report” (ma di quelli elaborati che mischiano divertimento e serietà) è un’impresa che già solo a pensarla farebbe tremare i polsi e le vene. All’interno di un video cosiddetto “generalista”, e per lo più a tema librario, non potrei andare oltre una mera sinossi. E non potrei andare oltre un semplice “indice di gradimento”. Anche perché, se ci pensate, quello che il lettore medio vuole è esattamente (e solo) questo: sapere di che parla il libro e sapere com’è.
Stop.

Parlare di tecnica narrativa su YouTube o affrontare un discorso un pochino più complesso non ne varrebbe la pena. Anche perché diciamoci la verità: a parte io e voi 4 gatti che state leggendo queste righe in questo angolino sperduto sul web, dalle nostre parti non legge nessuno.
Perciò, cui prodest?
Soprattutto se il lettore medio è come quello di questo video:



Rimane il fatto che non ho abbandonato per nulla l’idea di Buta’s Bookmark, soprattutto perché egoisticamente è un blog che serve più a me che a voi.
E qui vi svelo un segreto: io ho un grosso problema coi libri che leggo. Faccio fatica a ricordare qual è l’ultimo libro letto per il semplice fatto che appena ne finisco uno ne inizio un altro immediatamente. Quindi al termine dell’anno, quando devo fare mente locale, faccio una fatica tremenda a ricordarmi quello che ho letto.
Viceversa, se incappo in una discussione su un libro che conosco (e che magari ho anche letto eoni ed eoni fa), potrei starne a parlare per ore e ore e ore e ore.
Pertanto questo blog serve a me come “diario di bordo”, per ricordarmi quali sono state le letture (migliori) fatte nel corso degli anni.

L’altro giorno ho dato un’occhiata all’archivio de “Il Viagra della Mente”, spulciandomi buona parte dei miei vecchissimi articoli. È stato come entrare in una macchina del tempo. La mia personale macchina del tempo. È stato strano e al tempo stesso “familiare” leggere quello che pensava il sommobuta più ccciovane.
L’idea è quella di fare lo stesso con le letture, per verificare, tra qualche anno, com’ero e come sarò anche da questo punto di vista.



Perciò bentrovati su Buta’s Bookmark, la costola dedicata unicamente alla lettura de “Il Viagra della Mente”.
A partire da oggi troverete 3 articoli la settimana, e nello specifico il martedì, il giovedì e il sabato.

Il martedì sarà dedicato al Consiglio o alla Lettura della Settimana: in buona sostanza un libro che ho letto e che mi è piaciuto, che però non abbisogna di un articolo a riguardo (o non nell’immediato);
Il giovedì sarà la giornata dedicata all’articolone #totaletombale della settimana. Una bella disanima di un libro o di un fumetto che mi ha molto colpito;
Il sabato, invece, sarà la giornata del Supersondaggione a tema.

Almeno, ci si diverte un po’ tutti.
Contenti?

27 commenti:

  1. Daje.
    "E' faticoso", "me piace più giocà alla play co l'amici mia" "Un bel libro? beh dalla copertina"

    ho paura di quel che ho visto e sentito.

    fortunatamente sono uno che supera la media, legge, non tantissimo lo ammetto, però mi sforzo :D

    ora tra l'altro sono senza tablet e sono completamente fermo.
    Cazzo me ne devo comprare uno serio, vaffanculo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pure il mio Nexus sta cominciando a cedere, colpa degli aggiornamenti Android che lo rallentano. Devo inventarmi qualcosa XD

      Elimina
  2. Continua e non mollare u__u
    Diario di bordo a parte, egoisticamente parlando sono sempre in cerca di buone letture e trovare blogger capaci e con gusti simili ai miei di cui possa fidarmi ciecamente non è cosa facile :)

    RispondiElimina
  3. Angelone, fratello e maestro, non vedo l' ora che riinizi in pianta stabile la pubblicazione qui sul Bookmark.
    Ora, io leggo poco e tendenzialmente, come già sai, lo stesso genere bene o male ma questo nuovo Blog è per me la maniera di appuntarmi le cose nuove che un giorno conto di recuerare quindi semre utile.

    Secondo me, prlando d' altro, iniziando a trattare su Youtube magari in manera sporadica di letture differenti dai fumetti, alternando ad appunto il Media che amiamo, con l' attualità, etcetera in maniera randomica un po' come sul blg potresti attirare una nuova fetta di pubblico... ma chissà.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vediamo come saranno i nuovi esperimenti. Incrociamo le dita, e speriamo vada tutto bene! :D

      Elimina
  4. Ottimo! Ho preso da sei mesi a questa parte la buona abitudine di leggermi un libro a settimana, conciliando cosi lo studio alla lettura e all'arrampica (mio amato sport :P) senza dover rinunciare a nulla. Questo nuovo format mi sarà molto utile per scoprire nuove letture. A presto! ;) p.s. Ho cancellato il mio commento precedente senza volerlo. Dannato Windows phone.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sempre invidiato, voi che vi arrampicate sulle rocce. Molta, molta invidia. :D

      Elimina
    2. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

      Elimina
  5. Lo so che il nodo di questo post non deve essere il video, però ragazzi...che agghiacciante panorama che abbiamo qui sul suolo italico; fossero solo i baldi giovani d'oggi(da cui mi aspetto non tanto, sono pur sempre, a mio modo, un male necessario), anche i pseudo-adulti di oggi(che forse son rimasti all'età dei ccciovani)lasciano ben poco sperare per un florido destino di cultura italiana, che in teoria sarebbe una delle poche cose che ancora ci potrebbe salvare dal baratro.
    Dopo il pippone/sfogo moralista, devo dire di essere moooolto contento che il nostro Buta nazionale sia tornato al progetto che più di ogni altro mi ha fatto attizzare in tempi recenti sull'internetto. Anche perchè dopo un periodo di lettura a rilento per i miei standard, ora sono tornato carico e avevo proprio bisogno di alimentare sta fame libresca. Quindi cuoco...serva pure e Grazie.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E speriamo che la pappa non sia indigesta.
      Sul video: cose risapute in realtà, ma fa sempre male, comunque, prenderne atto.

      Elimina
  6. Spero che riprenderai anche il cineRdForum sul viagra, ormai fermo da novembre.

    P.S.
    Anch' io ho riletto i tuoi vecchi articoli per segnarmi qualche buona lettura, in quanto ho deciso di fare una lista, altrimenti mi dimentico i titoli delle letture.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il problema del cinerdforum è che è un gioco che non vale la candela, nel senso che è proprio uno scrivere e un "lavorare" a vuoto. Vediamo, comunque.

      Elimina
    2. Si potrebbe trasferire su USOP, mettere il post riguardante il film in alto, per un giorno o addirittura una settimana

      Elimina
  7. Bentornato Buta! (parte l'applauso generale della folla)

    Fatto il saluto di rito, mi sento in dovere di esprimere il mio sdegno per il materiale (tutto) presente all'interno di quel video lassù, più o meno a 3/4 di articolo. Video nel quale non solo si presenta una gran parte di stolti, che comunque con grande sincerità ammette di non leggere e di fregarsene, ma appunto mette in mostra anche i peggio falsi lettori di Roma (su tutti la milf con l'occhialata rossa)...questa gente crede forse di sentirsi più furba dicendo certe cose? Senza accorgersi poi di risultare ignorante peggio di una suola di scarpa...se questa è la realtà del nostro Bel Paese beh...felice di essere uno sfigato che si deve fare una vita e che legge sul cesso (anche, perché se una lettura mi piace non la mollo, peggio dei 14enni con l'iphone in mano.).

    Perdona lo sfogo, ma è uno scempio.
    Comunque, sappi che avrai un lettore assicurato! Non garantisco di partecipare assiduamente alle discussioni, così come non partecipo troppo a quelle de "il viagra della mente", ma ci sarò, sempre a timbrare il cartellino! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Più che altro di questo video mi hanno messo tristezza gli universitari che "non leggo, mi bastano già i libri che devo studiare per l'università".
      Se vai sul canale YT di questi ragazzi c'è un altro video, molto più vecchio, ambientato in Sicilia. Questo, al confronto con quello siciliano, è un video all'acqua di rose...

      Elimina
    2. Visto ora...hai ragione, quello è decisamente peggio.
      Comunque sì, anche il fatto che gli studenti universitari rispondano a quel modo non conforta molto.
      Chissà dove andremo a finire

      Elimina
  8. E' un'ottima idea!!! *.* Mi sa che farò tante belle scoperte! ;)

    RispondiElimina
  9. Mette spavento quel video D: bravo buta che hai ripreso sto blog :D

    RispondiElimina
  10. Il video purtroppo l'avevo già visto, mi ha lasciato un trauma..
    Verso la fine di quest'anno sono usciti vari articoli sulla lettura in italia che mi stanno ronzando in testa e preoccupando non poco.
    Personalmente leggo tantissimo, dai fumetti più trash ai saggi scientifici, ma mi sembra sempre di più che ci sia una mancanza di comunicabilità tra me e chi un libro non riesce neanche a considerarlo come una cosa degna di uno sguardo (quindi tra me e la metà degli italiani, direi)
    Grazie Buta per questo piccolo angolo di cultura (o di intelligenza, che dir si voglia).
    Ti voglio lanciare un argomento a cui sto pensando in questi giorni, non so se negli articoli vecchi ne hai già parlato ma mi sembra un tema che puoi o potresti affrontare egregiamente. Ovvero, cosa rende migliore una persona che legge rispetto ad una che non lo fa, se ci limitiamo alla sola letteratura d'intrattenimento?
    Cioè, okay se mi leggo, non sò, un libro di storia, imparo un sacco di cose, allargo la mia cultura ecc, ma se invece leggo romanzi, fumetti o comunque letteratura 'pop', cambia qualcosa dal seguire le serie tv, giusto per fare un esempio? Cos'è che fa della lettura in quanto attività (e quindi slegata dal valore del contenuto) qualcosa per cui valga la pena battersi?
    Scusa il pippone, spero di essere riuscito a spiegarmi..
    Michele

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come si suol dire, "Challenge Accepted". ;)
      Ci scriviamo sicuro un articolo allora. :D

      Elimina
    2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    3. Sarebbe fantastico, sono molto curioso di sapere cosa ne pensate tu e gli altri utenti! :)

      Elimina
  11. Ciao Buta! Ben tornato! Non lasciarci più senza articoli, cattivone che non sei altro!!! =P

    RispondiElimina
  12. Bentornato! Il soldier che ti ha fatto fare la 3000esima visualizzazione non si scorda tanto facilmente di questo blog ;)

    Come hai detto, comunque, i blog sono purtroppo diventati una realtà molto di nicchia, ma un video su YouTube non sarà mai allo stesso livello di un articolo ben scritto, se devo dirla tutta! E sul fatto del "diario di bordo" ti capisco bene: alla fine il blog è anche un modo per tirare le somme su cosa ti è piaciuto, cosa no, ecc...

    RispondiElimina